Anno 2004

Cerca in PdD


A Norfolk il seminario Allied Reach 2004 sulla NRF

Pagine di Difesa, 22 gennaio 2004

Il comando supremo per la trasformazione (Allied Command Transformation, ACT) con sede a Norfolk (Virginia, USA) ospita dal 23 al 25 gennaio un seminario di studi di funzionari civili e militari della NATO focalizzato sugli aspetti della multinazionalità, operatività, addestramento, capacità e schieramento della NATO Response Force, la forza di risposta rapida costituita di recente.

Il tema del seminario, denominato Allied Reach 2004, è "The NRF Challenge, Vision to Reality" (La sfida della NRF, visione della realtà) e rappresenta l'intenzione di concentrare l'attenzione della leadership NATO sulla giovane unità e fissare degli indirizzi di sviluppo che ne consentano il raggiungimento della piena capacità operativa entro il 2006.

Il seminario è basato su un ipotetico scenario fittizio dell'anno 2007 che offra ai partecipanti l'opportunità di individuare il potenziale campo d'impiego della NRF e allo stesso tempo essere stimolati da una situazione dinamica e complessa che richieda capacità di pianificazione, decisionale e di impiego rapide.

L'esigenza di costituire la NATO Response Force emerse a Praga nel novembre 2002 quando i capi di stato e di governo delle nazioni alleate sostennero la necessità di dotare l'Alleanza di una capacità di reazione robusta, ad alta prontezza operativa, adeguatamente addestrata e certificata come Joint Combined, in grado di schierarsi rapidamente dove richiesto e portare a compimento tutti i tipi di missione affidati alla NATO.

La NRF viene vista come un laboratorio sul quale concentrare l'attenzione per lo sviluppo delle capacità operative delle forze armate di tutte le nazioni alleate; non solo quindi costituire forza di spedizione, ma anche il tramite per la trasformazione dell'Alleanza stessa.

Allied Reach 2004 è la prima occasione in cui si ritrovano funzionari civili e militari insieme con staff dei maggiori comandi militari NATO. Al seminario parteciperanno novantatré persone in rappresentanza delle diciannove nazioni alleate e delle sette che saranno invitate a giugno.

L'importanza del seminario è evidenziata dal livello di partecipazione delle massime autorità militari: il generale Harald Kujat, presidente del comitato militare; l'ammiraglio Edmund Giambastiani, comandante del ACT, il generale James Jones, comandante supremo alleato in Europa.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM