Anno 2004

Cerca in PdD


Germania, scontro al vertice per i tagli alla difesa

Pagine di Difesa, 22 gennaio 2004

Il tenente generale Gert Gudera, ispettore generale e massima carica delle forze terrestri tedesche ha rassegnato le dimissioni a causa di divergenze di opinioni sui tagli alla difesa annunciati dal ministro Peter Struck di recente. Lo stesso ministro ha dato l'annuncio specificando che le dimissioni sono state presentate dal generale ma non ha fornito particolari sulle motivazioni.

Il sessantenne generale occupava la posizione di vertice dell'esercito dal 2001 e, secondo i commenti della stampa tedesca, non ha gradito le dichiarazioni del ministro Struck che annunciavano tagli alle spese per la difesa pari a ventisei miliardi di euro, quindici di questi tagliati all'esercito.

Il generale Hans-Peter von Kirchbach, ex capo di stato maggiore delle forze armate tedesche, ha preso posizione commentando negativamente i tagli. "La decisione di Gudera - ha affermato Kirchbach - Ŕ un segnale di allarme per la sproporzione che si sta verificando tra la disponibilitÓ finanziaria e la missione affidata alle forze armate".

Kirchbach ha anche criticato il contraddittorio piano del ministro che ha previsto di costiruire una forza di reazione rapida e allo stesso tempo ridurre il bilancio. "Con la riforma Struck - ha aggiunto - si verificherÓ una diminuzione delle capacitÓ militari piuttosto che un aumento.

Il piano del ministro prevede la chiusura di un centinaio di basi militari, la riduzione delle forze di circa 35.000 uomini per arrivare a un totale di 250.000 e tagli al personale civile per 10.000 unitÓ. Il successore di Gudera Ŕ il generale Hans-Otto Budde, paracadutista e comandante della divisione operazioni speciali fino allo scorso ottobre.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM