Anno 2004

Cerca in PdD


Libia, è iniziata l'operazione disarmo WMD

Pagine di Difesa, 5 febbraio 2004

E' arrivato in Libia il giorno 5 febbraio il team di sei persone della Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Organization for the Prohibition of Chemical Weapons - OPCW) che ha il compito di preparare le strada agli ispettori che visiteranno i siti e assicureranno la distruzione delle armi chimiche. OPCW è un'agenzia che ha sede a L'Aia (Den Haag,) e che non dipende ma è riconosciuta dall'ONU.

Dopo le affermazioni del presidente libico Muammar Gheddafi che a dicembre affermò di avere intenzione di abbandonare il programma di costruzione di armi di distruzione di massa, la convenzione di bando delle armi chimiche è stata firmata dalla Libia a gennaio e il 5 febbraio è il giorno di entrata in vigore.

Con la firma della convenzione la Libia si dichiara disposta a ricevere sia ispezioni programmate sia ispezioni a sorpresa. Come riportato da Agence France Presse, il portavoce della OPCW ha affermato che: "Il livello di cooperazione è eccellente e la Libia appare determinata a seguire con scrupolo tutte le clausole del trattato.

Come conseguenza dell'atteggiamento libico, gli Stati Uniti hanno deciso di avviare colloqui bilaterali, dei quali è previsto l'inizio a Londra venerdì. Un funzionario statunitense ha affermato che l'amministrazione Bush ha in animo di inviare un rappresentante del dipartimento di Stato a Tripoli per discutere questioni diplomatiche.

Il segretario di Stato, Colin Powell, ha detto che la cooperazione della Libia nel bando delle armi chimiche ha garantito un approfondimento nell'impegno verso "aperture politiche e successivi sviluppi", così come promesso da Londra e Washington. "Abbiamo visto un significativo segno del cambio di atteggiamento da parte della Libia" ha detto Powell nel corso di una intervista concessa a Washington Post.

E' possibile che il divieto ai cittadini americani di recarsi in Libia venga revocato a seguito dello smantellamento delle armi di distruzione di massa da parte di Tripoli e che venga rivista la sua posizione come Stato sponsor del terrorismo. Tuttavia, al Pentagono non tutti sono d'accordo a rimuovere con sollecitudine la Libia dalla lista nera. Questa sarà aggiornata in primavera.

Già da alcuni giorni da parte libica è cominciata la cessione agli Stati Uniti di una significativa quantità di componenti missilistiche e nucleari. Tra queste, centrifughe per l'arricchimento dell'uranio, sistemi di guida missilistici e documenti classificati. Il trasporto è avvenuto con vettori della US Air Force verso lo Stato del Tennessee dove viene sottoposto a esame da tecnici americani.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM