Anno 2004

Cerca in PdD


Pakistan, Musharraf perdona lo scienziato traditore

Pagine di Difesa, 6 febbraio 2004

Il presidente pakistano Pervez Musharraf ha perdonato lo scienziato nucleare Abdul Qadeer Khan accusato di avere fornito informazioni segrete e tecnologia a Corea del Nord, Iran e Libia. In una dichiarazione pubblica il presidente ha affermato: "C'è una richiesta scritta di perdono da parte dello scienziato e una lettera di perdono firmata da me".

Musharraf ha aggiunto che il Pakistan non consegnerà alcun documento alla Agenzia internazionale energia atomica (International Atomic Energy Agency - IAEA). "Questa è una nazione sovrana - ha dichiarato - e nessun documento sarà consegnato né saranno condotte inchieste indipendenti".

Il presidente ha aggiunto che la motivazione del dr. Khan era il denaro e ha sottolineato che lo scienziato ha pubblicamente scagionato il governo da ogni responsabilità. "Il programma nucleare era sotto la supervisione e gli ordini di Khan - ha detto Musharraf - e nessun funzionario civile né alcun militare è stato coinvolto nella cessione di tecnologia".

Secondo dichiarazioni raccolte da agenzie internazionali, Musharraf avrebbe offerto allo scienziato traditore la propria clemenza in cambio di un pubblico riconoscimento di colpevolezza.

George Perkovich del Carnegie Endowment for International Peace ha affermato che la cosa importante sarebbe che lo scienziato fornisse particolari sui segreti rivelati ai cosiddetti Stati canaglia, piuttosto che sottoporlo a processo.

Funzionari del dipartimento di Stato americano sperano che Khan dia informazioni sul tipo di tecnologia ceduta all'Iran e alla Corea del Nord. L'Iran afferma infatti che il proprio programma ha solo scopi civili e non militari, mentre la Corea del Nord potrebbe avere acquisito una tecnologia che la metta in condizione di colpire il Giappone con missili armati di testate nucleari.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM