Anno 2004

Cerca in PdD


Difesa, incontro tra i ministri italiano e irlandese

Comunicato del Ministero della Difesa, 4 marzo 2004

Il Ministro della Difesa, Antonio Martino, ha incontrato oggi, a Palazzo Esercito, il Ministro della Difesa della Repubblica di Irlanda, Michael Smith TD, in visita ufficiale in Italia nell'esercizio della Presidenza di turno irlandese dell'Unione Europea.

Nel corso del cordiale colloquio sono state passate in rassegna le principali tematiche di sicurezza e di difesa iscritte nell'agenda della Presidenza dell'Unione.

Il Ministro Smith ha espresso vivo apprezzamento per i significativi progressi compiuti dalla UE nello specifico settore durante il semestre di Presidenza italiana appena conclusosi, e ha affermato che il Governo irlandese intende adoperarsi sulla medesima linea affinché la nuova strategia europea di sicurezza, adottata dal Consiglio Europeo nello scorso dicembre, trovi la pił ampia attuazione.

In proposito i Ministri hanno concordato sulla prioritaria esigenza di costituire nei tempi previsti, ossia entro il 2004, l'Agenzia Europea di Difesa, organismo posto sotto la direzione dei Ministri della Difesa e come tale destinato a divenire il centro propulsore per lo sviluppo e l'acquisizione di nuove capacitą militari, a sostegno delle politiche di sicurezza e di difesa dell'Unione Europea.

I Ministri hanno poi esaminato le attivitą in corso per superare entro il 2010, come indicato nel documento presentato dalla Presidenza italiana, le carenze tuttora esistenti nei settori dell'interoperabilitą, della dispiegabilitą e della sostenibilitą delle forze, in un contesto di piena complementarietą con le analoghe iniziative avviate dalla NATO.

In tale quadro e nell'ambito delle cooperazioni strutturate previste dalla bozza del nuovo Trattato della UE, hanno osservato Martino e Smith, possono iscriversi le recenti iniziative di alcuni Paesi di costituire su base multilaterale nuovi reparti europei, aperti alla partecipazione degli altri partner.

Il Ministro Martino, per parte sua, ha illustrato il progetto di costituzione di una forza di Gendarmeria europea che, capitalizzando le esperienze delle Multinational Specialized Unit (MSU) dell'Arma dei Carabinieri, consentirebbe all'Unione di migliorare l'uso coordinato delle sue capacitą militari e civili nella gestione delle crisi.

Martino e Smith hanno infine espresso piena condivisione circa la capacitą dell'Unione Europea di assumere nel prossimo futuro la responsabilitą di una missione militare in Bosnia, in sostituzione della forza di stabilizzazione a guida NATO e nel quadro delle intese denominate "Berlin Plus". Tale impegno, che costituirą un ulteriore banco di prova per le capacitą operative europee, si colloca nel solco delle attivitą condotte nel corso del 2003 nella Repubblica Democratica del Congo (operazione "Artemis") e in Macedonia (operazione "Concordia").

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM