Anno 2004

Cerca in PdD


NATO, per la prima volta alle olimpiadi

Pagine di Difesa, 14 marzo 2004

Il governo greco ha chiesto alla NATO supporto per la messa in atto del sistema di sicurezza dei prossimi giochi olimpici. La richiesta, già presentata in precedenza in termini più generali, è stata rinnovata dopo gli attentati che hanno colpito la capitale spagnola.

Immediatamente dopo l'evento le autorità greche hanno schierato nelle stazioni ferroviarie varie unità di sicurezza dotate anche di cani addestrati alla individuazione di esplosivi. La Grecia è particolarmente sensibile al rischio di attentati che si potrebbero verificare durante le Olimpiadi che si terranno dal 13 al 29 agosto.

In termini generali la NATO, tramite il segretario generale Jaap de Hoop Sheffer, aveva già garantito assistenza alla organizzazione della sicurezza, ma la richiesta ufficiale scritta presentata venerdì 12 marzo dà la misura della preoccupazione delle autorità greche.

Il portavoce del ministero degli Esteri, Giorgos Koumoutsakos, ha affermato che la Grecia ha bisogno di assistenza in particolare nei settori della sorveglianza aerea, monitoraggio congiunto dei mari e protezione contro la minaccia NBC (nucleare, biologica, chimica).

Non è stata data ancora una risposta ufficiale da Bruxelles, ma il segretario generale, già il mese scorso, in occasione della visita protocollare al governo greco, aveva affermato: "La NATO può assistere; la NATO assisterà; la NATO è nelle condizioni di assistere".

Il dispositivo di sicurezza previsto per le Olimpiadi greche costerà più di ottocento milioni di dollari - circa tre volte il costo della sicurezza dei giochi di Sidney - e prevede lo schieramento di cinquantamila agenti di polizia e soldati, sorveglianza aerea, zona di interdizione al volo.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM