Anno 2004

Cerca in PdD


In Africa le nuove basi del terrorismo internazionale

Pagine di Difesa, 27 marzo 2004

Il comandante supremo delle potenze alleate in Europa, generale James Jones, ha affermato che gli alleati europei degli USA dovrebbero prendere coscienza della crescente minaccia di al-Qaeda e dei gruppi di guerriglia islamica nella regione nordafricana.

Il generale, che proviene dal corpo dei Marines, ha aggiunto che Washington sta cercando di avere accesso a un certo numero di piccole basi addestrative, dal Marocco a Mali e nella vasta area desertica del Sahara.

Jones, che ha fatto le dichiarazioni dal suo comando a Mons, Belgio, ha anche specificato: "Ritengo che dobbiamo aumentare il livello di allarme; dobbiamo concentrare la nostra attenzione sul fatto che i membri di al-Qaeda tendono a indirizzarsi verso l'Africa dalle loro basi mediorientali e afghane; e questo non č un argomento che riguarda solo gli Stati Uniti".

Il generale ha aggiunto che il Marocco ha offerto l'accesso ad alcune sue basi addestrative agli Stati Uniti, che peraltro stanno giā impiegando basi in Tunisia. Il Pentagono ha avviato anche una iniziativa per cercare di ottenere il beneplacito all'ingresso di truppe americane in Camerun e Mauritania.

Jones molto esplicitamente ha lanciato un chiaro allarme: "Il successo che abbiamo in altre parti del mondo nello scacciare i terroristi non significa che questi abbandonino la loro attivitā, ma piuttosto che sono portati a cercare altre aree di insediamento; i grandi spazi non controllati africani attirano i terroristi e noi abbiamo alcune indicazioni che si stanno dirigendo proprio verso quelle aree".

A questo proposito il generale ha fatto osservare che diversi arrestati per la strage di Madrid provengono da Marocco. A Bruxelles in questi ultimi giorni si sono incontrati funzionari di alcune nazioni nordafricane e funzionari NATO per fare convergere gli sforzi verso gli obiettivi di sicurezza comune.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM