Anno 2004

Cerca in PdD


Giappone, una nuova unità speciale anti terrorismo

Pagine di Difesa, 29 marzo 2004

Il 29 marzo il Giappone ha costituito una unità di forze speciali di circa 300 uomini per migliorare le proprie capacità operative in caso di attacco terrorista. L'unità è dislocata nella città di Funabashi, a est della capitale Tokio. La notizia è stata diramata da una fonte ufficiale delle forze terrestri di autodifesa.

Tra l'altro, il portavoce ha affermato: "Abbiamo individuato una crescente necessità di capacità antiterrorista, specialmente dopo l'attacco agli Stati Uniti dell'undici settembre". L'unità, che dipende direttamente dal capo della agenzia di difesa, è stata formata dopo avere studiato le forze speciali in altre nazioni, in particolare berretti verdi e delta force statunitensi.

Il portavoce non ha fornito particolari sul tipo di addestramento della nuova unità né sulle capacità operative. Da quanto pubblicato sui media locali risulta che il gruppo è specializzato in combattimento ravvicinato nei centri abitati e acquisizione informazioni.

Di recente, in una intervista concessa al quotidiano giapponese Asahi Shimbun, il sottosegretario statunitense alla Salute pubblica, Tommy Thompson, aveva lanciato un allarme che riguarda la possibilità di un attacco terrorista a USA e Giappone.

"Il Giappone subirà un attacco di bio-terrorismo in futuro - aveva detto Thompson - così come accadrà anche agli Stati Uniti; la questione non è se avverrà l'attacco alle due nazioni, ma quando avverrà".

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM