Anno 2004

Cerca in PdD


La UE finanzierà una missione di pace in Sudan

Pagine di Difesa, 14 giugno 2004

L'Unione Europea supporterà l'Unione Africana con uno stanziamento di dodici milioni di euro destinato alla costituzione di una missione di monitoraggio per la regione ovest che comprende Darfur in Sudan, dove in aprile le etnie africana e araba (milizia Janjaweed supportata dal governo centrale) si sono accordate per un cessate il fuoco.

La missione durerà dodici mesi e impiegherà 120 osservatori e una forza di protezione composta da 270 militari. Il commissario europeo allo sviluppo e agli aiuti umanitari, Poul Nielson, ha affermato che il finanziamento dimostra la stretta cooperazione tra l'Unione Europea e l'Unione africana e ha espresso l'auspicio che la UE sia "…un partner credibile nella aspirazione della UA ad assumere la leadership del processo di pace in Sudan".

La guerra civile nella regione meridionale del Sudan è terminata con un accordo di pace firmato nel mese di maggio. Il conflitto a Darfur, invece, sembra sia solo temporaneamente sospeso in virtù di un protocollo d'intesa sull'accesso di aiuti umanitari e un cessate il fuoco, segnati ambedue a N'Djamena l'8 aprile.

Sarebbero un milione i sudanesi sfollati a causa del conflitto, inclusi 150.000 rifugiati nel vicino Ciad. Per questi, l'Unione Europea ha stanziato sei milioni di euro, che si aggiungono ai venti milioni di aiuti normali al Sudan.

Il documento del G-8 approvato lo scorso venerdì 11 giugno include un piano di addestramento di una forza di 50.000 militari destinati a missioni di pace in Africa, che si svilupperà per la durata di cinque anni. Il G-8 ha anche ammonito il governo del Sudan a disarmare immediatamente la milizia Janjaweed e altri gruppi armati responsabili di violazioni dei diritti umani.

Fonte: ISN

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM