Anno 2004

Cerca in PdD


Difesa, accordo di cooperazione militare Italia-Libano

Pagine di Difesa, 21 giugno 2004

Il ministro della Difesa Antonio Martino è in Libano per una visita ufficiale che prevede colloqui con le massime cariche istituzionali del paese: il presidente della Repubblica Emile Lahoud, il presidente del Parlamento Nabih Berri, il primo ministro Rafiq Hariri, i ministri degli Affari Esteri, Jean Obeid, e della Difesa, Mahmoud Hammoud, il comandante in capo delle forze armate libanesi, tenente generale Michel Sleiman.

Il ministro Martino, inoltre, incontrerà anche una rappresentanza dello squadrone elicotteristico interforze ITALAIR, che dal 1978 opera nell'ambito dell'operazione ONU UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon).

L'agenda dei colloqui del ministro della Difesa con le autorità libanesi prevede tra l'altro l'esame della situazione internazionale, con particolare riferimento all'area mediterranea e mediorientale nonché alle iniziative in corso da parte della comunità internazionale per la stabilizzazione della regione.

In tema di relazioni bilaterali, inoltre, i ministri Martino e Hammoud hanno firmato oggi un accordo di cooperazione nel settore della Difesa, che costituirà la cornice istituzionale di riferimento per lo sviluppo di forme di collaborazione militare e industriale nello specifico settore.

L'accordo, che sancisce la comune visione di Italia e Libano circa le nuove sfide che la situazione internazionale presenta nel settore della sicurezza, si inserisce nel contesto di analoghe iniziative operanti da tempo con Egitto, Tunisia e Arabia Saudita, alle quali, di recente, si sono aggiunte quelle con Giordania, Algeria, Kuwait, Emirati Arabi Uniti e Oman.

Tali intese, che si inquadrano nel solco della tradizionale attenzione dell'Italia per la stabilità di un'area strategica per la sicurezza globale, rappresentano un sostanziale contributo sul piano bilaterale alle iniziative avviate dalla NATO (Dialogo Mediterraneo), dall'Unione Europea (Processo di Barcellona) e di recente dal G8 con la Partnership for Progress and a Common Future riferita al Medio Oriente allargato e all'Africa settentrionale.

Fonte: SPI-Difesa

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM