Anno 2004

Cerca in PdD


Kosovo, Iraq, è il momento del Genio militare

Pagine di Difesa, 26 giugno 2004

In Kosovo il 2° reggimento Genio pontieri ha iniziato da pochi giorni i lavori di costruzione di un importante tratto di strada che collegherà le località di Maliscevo e Suva Reka. La costruzione di questa opera assume un grande significato per le comunità che vivono nell'area in quanto sarà in grado di migliorare notevolmente il movimento della popolazione.

Il 2° reggimento Genio pontieri è la spina dorsale della task force Astro, unità del genio in forza alla Brigata Multinazionale Sud-Ovest, che è composta da militari provenienti da quattro nazioni: Argentina, Bulgaria, Germania, Italia.

"Four Nations for one team", questo il motto di Astro attivamente impegnata in numerose attività di cooperazione civile militare (CIMIC) a favore della popolazione locale.

Da cinque anni il contingente italiano, composto attualmente, da circa 2.700 militari per la maggior parte in forza alla Brigata Multinazionale Sud-Ovest, opera fattivamente a sostegno della pacificazione e della ricostruzione del Kosovo.

Intanto in Iraq, a Nassiriya, è stata celebrata la festa dell'arma del Genio, in occasione dell'86° anniversario della battaglia del Piave. Quel giorno, per il fondamentale apporto fornito dalle unità del Genio all'esito vittorioso dello specifico fatto d'arme, è stato scelto quale anniversario della festa dell'Arma.

Il brigadier generale Corrado Dalzini, comandante dell'Italian Joint Task Force Iraq, si è incontrato con i militari del 3° reggimento Genio guastatori, una delle fondamentali pedine del contingente militare italiano in Iraq, e ha rivolto loro parole d'elogio e d'augurio.

"In Patria, in occasione di gravi calamità naturali, le unità del Genio si adoperano con efficienza e spirito di solidarietà, meritando la riconoscenza e la stima delle popolazioni soccorse e della nazione - ha detto il generale Dalzini - così come quotidianamente eseguono rischiosi e impegnativi interventi di bonifica dai residuati bellici. Nelle missioni di pace, invece, importante e decisivo è il vostro contributo, soprattutto per le operazioni di sminamento e per l'opera di ricostruzione delle aree sconvolte dai combattimenti".

Fonte: Stato Maggiore Difesa - Pubblica Informazione

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM