Anno 2004

Cerca in PdD


Marina militare, termina la Ioniex con la Marina russa

Pagine di Difesa, 20 settembre 2004

Si conclude oggi, con la partenza delle unità navali della Marina della Federazione Russa dal porto di Augusta, l'esercitazione bilaterale Ioniex 2004, svoltasi nel Mar Ionio dal 12 al 20 settembre.

Alla esercitazione hanno preso parte una formazione navale russa, sotto il comando dell'ammiraglio Vladimir Masorin comandante in capo della flotta del Mar Nero, e un gruppo navale italiano, agli ordini dell'ammiraglio di divisione Andrea Toscano comandante la forza d'altura.

La Marina della Federazione Russa ha partecipato all'attività con l'incrociatore Moskva, il cacciatorpediniere Smetlivy, l'unità anfibia Azov, la nave rifornitrice Bubnov ed il rimorchiatore SB 36, per un totale di 957 uomini impegnati.

Per la Marina militare italiana hanno partecipato il cacciatorpediniere Mimbelli, la fregata Aliseo, il pattugliatore di squadra Bersagliere, il sommergibile Gazzana e diversi aeromobili, per un totale di 763 persone.

Positivo il bilancio dell'attività, che ha raggiunto lo scopo di incrementare la reciproca capacità di cooperazione e di coordinamento in mare contro i traffici illeciti e in particolare in attività di controllo ispettivo a unità navali d'interesse.

"L'esercitazione - ha dichiarato l'Ammiraglio Masorin nel corso di un incontro a bordo di nave Mimbelli con il sottocapo di stato maggiore della Marina militare, ammiraglio di squadra Giovanni Vitaloni - rimarrà nella storia delle marine italiana e russa. Abbiamo imparato a collaborare, capirci e aiutarci contro un nemico comune che è il terrorismo."

Durante le soste nei porti di Taranto e Augusta, numerose iniziative culturali sono state organizzate a favore degli equipaggi, tra le quali: visite guidate nei principali siti archeologici di Puglia e Sicilia, nonché manifestazioni con la collaborazione dei comuni interessati.

In un comunicato di Palazzo Marina si afferma che l'auspicio comune alle due marine è quello di rinnovare tale forma di collaborazione.

Fonte: Stato Maggiore Marina

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM