Anno 2004

Cerca in PdD


La NATO implementa l'intervento in Iraq

Pagine di Difesa, 24 settembre 2004

Il 22 settembre gli alleati NATO, in una riunione a livello rappresentanti permanenti, hanno concordato di implementare ulteriormente la decisione dei capi di Stato e di governo di di assistere il governo iracheno mediante un programma di addestramento delle forze di sicurezza.

L'attività NATO consisterà in assistenza nell'addestramento, fornitura di equipaggiamento e assistenza tecnica. La NATO nel suo insieme e le singole nazioni identificheranno anche il personale idoneo ad essere addestrato fuori dei confini dell'Iraq.

Sarà inoltre costituito in Iraq un Centro addestramento, educazione e dottrina la cui attività sarà concentrata sulla educazione alla leadership per le forze di sicurezza irachene e risponderà alla autorità politica NATO.

L'attività NATO in Iraq sarà distinta da quella della forza multinazionale ma strettamente coordinata. Al maggior generale Petraeus, comandante di MNF training effort, sarà dato il doppio cappello NATO. Per quanto riguarda le questioni NATO risponderà al comandante supremo (Saceur) e quindi al Consiglio Nord Atlantico.

La missione NATO si concentrerà su addestramento, equipaggiamento e assistenza tecnica non combat. La forza multinazionale avrà come compito quello di fornire una cornice di sicurezza alle forze NATO. La catena di comando NATO avrà la responsabilità della protezione ravvicinata del proprio personale schierato in Iraq.

Gli aspetti finanziari devono ancora essere discussi, ma seguiranno le regole e procedure normali, incluse quelle per la assegnazione dei fondi. A seguito della decisione, le autorità militari stileranno un concetto di operazione e regole di ingaggio che saranno approvati dal Consiglio Nord Atlantico.

Fonte: NATO HQ, Bruxelles

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM