Anno 2004

Cerca in PdD


Italfor Bosnia dà speranza a un malato di leucemia

Pagine di Difesa, 24 settembre 2004

Giunto al terzo mese di mandato, il contingente Italfor Bosnia, ha portato a termine un'ulteriore operazione CIMIC (cooperazione civile e militare). In questa occasione, il destinatario dell'aiuto dei militari del contingente italiano è stato Nihad Imamovic, 36 anni, sposato e padre di un bambino di 4 mesi, affetto da una grave forma di leucemia, non curabile presso le strutture sanitarie bosniache.

Dopo aver tentato varie metodologie di cura presso gli ospedali di Zenica e Sarajevo, Nihad ha contattato nel luglio scorso i componenti del nucleo CIMIC del contingente italiano chiedendo il loro aiuto per sconfiggere la malattia che lo ha colpito nei primi mesi del 2003.

Il nucleo CIMIC, infatti, ha tra i propri compiti quello di mantenere i contatti con le strutture sanitarie italiane per organizzare e provvedere alle cure di bambini e adulti affetti da gravi patologie non curabili negli ospedali bosniaci.

Dal 24 giugno (data in cui è iniziato il mandato del contingente) a oggi diciotto bambini e tre3 adulti hanno avuto la possibilità di ricevere le cure mediche da varie strutture ospedaliere italiane. Nella maggior parte dei casi, si tratta di persone affette da varie forme di tumori, leucemie (come nel caso di Nihad) o anomalie cardiache che, proprio per la loro rarità e complessità, richiedono cure specialistiche molto costose, non economicamente sostenibili dai malati.

Nihad, sarà ricoverato oggi presso il dipartimento di oncologia ed ematologia del Policlinico di Modena dove, dopo una serie di esami specialistici, nei prossimi giorni verrà sottoposto al trapianto di midollo osseo donatogli dal fratello.

Alla riuscita dell'attività hanno contribuito in maniera determinante anche il comando operativo di vertice interforze dello stato maggiore della Difesa, l'ambasciata d'Italia in Bosnia Erzegovina (per il rilascio dei visti d'ingresso), la Regione Emilia Romagna e l'organizzazione non governativa (NGO) Cosmopolite di Faenza, che provvederà alle spese di vitto e alloggio durante tutto il periodo di permanenza in Italia di Nihad e del fratello.

Fonte: Italfor Bosnia

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM