Anno 2004

Cerca in PdD


Italfor Iraq, programma di aiuti per 3,7 milioni di euro

Pagine di Difesa, 27 settembre 2004

"E' il primo approccio al nostro metodo di attuare i programmi di cooperazione umanitaria con le autorita' irachene, con una sinergia tra il ministero degli Esteri - direzione generale per la cooperazione e lo sviluppo responsabile della gestione tecnica e dei rapporti con i funzionari locali - e il contingente militare italiano che possiede le capacità logistiche per implementarli offrendo al contempo una cornice di sicurezza".

Ha esordito così - il 25 settembre a Camp Mittica davanti a giornalisti italiani e iracheni - il brigadier generale Enzo Stefanini, comandante dell'Italian Joint Task Force Iraq, introducendo la conferenza stampa di presentazione, della consegna della prima parte delle forniture previste dal programma di emergenza a favore della popolazione della regione di Dhi Qar.

Il programma, illustrato dal political advisor del contingente, Stefano De Leo, e dai funzionari della cooperazione italiana Carlo Lambiase (capoprogetto) e Marco Barone (responsabile settore sanitario) è stato finanziato per 3,7 milioni di euro e prevede in particolare interventi a favore di: agricoltura (600 mila euro, principalmente per forniture di macchinari, sementi e fertilizzanti); settore sociale (350 mila euro); materiali scolastici e didattici, settore sanitario (un milione di euro per riabilitazione di reparti degli ospedali materno-infantili di Nassiriya e Suq Al Shuyuk, fornitura di farmaci, apparecchiature sanitarie e formazione di personale medico e paramedico); settore idrico (850 mila euro per pompe destinate al potenziamento dell'acquedotto di Nassiriya).

In particolare nei prossimi giorni i militari italiani distribuiranno a strutture pubbliche locali una prima tranche di aiuti, tra i quali 28 tonnellate di sementi di orzo, grano e pomodoro, due trattori, pompe idriche e per la diffusione di fertilizzanti e insetticidi, presentati oggi a Camp Mittica al governatore della provincia di Dhi Qar Muhammad Sabri Hamid Al Rumayad.

Fonte: IT-CJTF, Nassiriya

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM