Anno 2004

Cerca in PdD


Esercito, 23.500 posti di lavoro per il 2005

Pagine di Difesa, 29 settembre 2004

La legge 23 agosto 2004 n.226, nel sancire la sospensione della leva, introduce la nuova figura professionale del militare a ferma prefissata di un anno (VFP1) e del militare in ferma prefissata quadriennale (VFP4). In sintonia ai predetti dettami legislativi è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale n. 77 del 28 settembre 2004 il 1° bando di arruolamento per volontari in ferma prefissata di un anno nell'Esercito italiano.

L'arruolamento è aperto a uomini e donne di età compresa fra i 18 e i 25 anni. I candidati devono possedere requisiti di moralità e condotta incensurabile e devono possedere un diploma di istruzione secondaria di primo grado (3a media). Possono essere singoli o sposati. Devono riportare esito negativo agli accertamenti diagnostici per abuso di alcool, per uso anche saltuario o occasionale di sostanze stupefacenti, per uso di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico. Devono inoltre essere in possesso di un certificato di idoneità allo svolgimento di attività agonistica.

Per il 2005 i posti disponibili saranno 23.500, di cui al massimo il dieci per cento ricopribili da donne. Il settanta per cento dei posti sarà riservato ai volontari in ferma annuale (VFA) in servizio o in congedo senza demerito e a chi abbia completato senza demerito il servizio di leva anche in qualità di ausiliario nelle forze di polizia e nel corpo dei vigili del fuoco; il restante trenta per cento andrà al personale civile di entrambi i sessi.

La domanda di arruolamento potrà essere presentata a un qualunque comando di distretto militare. Nella domanda si potrà indicare la regione in cui si desidera essere impiegati. I civili saranno chiamati a sostenere una serie di accertamenti sanitari e attitudinali presso i centri di selezione stabiliti sul bando di arruolamento, per verificare l'idoneità come volontario a ferma prefissata.

L'arruolamento ha cadenza bimestrale e prevede sei bandi all'anno e altrettante immissioni in servizio. Il trattamento economico per il VFP1 è di circa 730 euro mensili per il primo anno di ferma, con un incremento di 50 euro per chi desidera svolgere il servizio nei reparti alpini e, dopo il primo anno la retribuzione supera i 900 euro mensili - indennità varie escluse - cui va aggiunto vitto, alloggio e vestizione a carico dell'amministrazione.

Al termine del primo anno di servizio chi desidera proseguire il servizio nell'Esercito ha la garanzia del posto di lavoro attraverso l'immissione in servizio permanente una volta conclusa una ulteriore rafferma quadriennale.

Fonte: RFC Campania

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM