Anno 2004

Cerca in PdD


Kosovo, Chiesa ortodossa no alle elezioni

Pagine di Difesa, 3 ottobre 2004

La influente Chiesa ortodossa spinge i kosovari di etnia serba a non votare alle elezioni generali del 23 ottobre, in contrasto con gli sforzi degli Stati Uniti, della Unione Europea e di tutta la comunità internazionale che premono per la loro partecipazione.

Il voto è considerato un importante test da parte di tutte le istituzioni internazionali che operano in Kosovo, diviso da contrasti etnici tra etnie albanese e serba, per cercare di riconciliarlo e per formare quindi una società multietnica. La minoranza serba ha però minacciato di boicottare le elezioni invocando la mancanza di sicurezza.

Il Sinodo della Chiesa ortodossa in una dichiarazione ufficiale ha affermato che l'amministrazione delle Nazioni Unite e i peacekeeper a guida Nato, così come le autorità albanesi, "...non hanno fatto nulla per migliorare le difficilissime condizioni di sicurezza per la minoranza serba e per le altre minoranze."

Nonostante gli sforzi fatti sia dagli Stati Uniti sia dalla Unione Europea, la Chiesa serba si oppone alla partecipazione alle elezioni fino a quando "...l'amministrazione internazionale non offrirà ai serbi una protezione efficiente delle persone, delle proprietà private, della chiesa e delle tradizioni culturali."

Fonte: AP

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM