Anno 2004

Cerca in PdD


Bosnia, le elezioni amministrative

Pagine di Difesa, 7 ottobre 2004

Le elezioni amministrative di domenica in Bosnia-Erzegovina hanno sancito la vittoria dei partiti nazionalisti croato, bosniaco e serbo, secondo quanto riportato da osservatori internazionali. I risultati indicano che i tre partiti nazionalisti - il Partito musulmano di azione democratica (Sda), il Partito della unione democratica croata (Hdz) e il Partito democratico serbo (Sds) hanno ottenuto grandi consensi in 99 delle 142 municipalità interessate al voto.

Il turno elettorale per eleggere i nuovi sindaci e consigli comunali è stato il primo organizzato e finanziato per intero dalle autorità bosniache nel dopo-guerra e il primo in cui i sindaci sono stati eletti direttamente.

Scarsa l'affluenza ai seggi: risulta che soltanto il 45 % degli aventi diritto (2,3 milioni) ha votato, nuovo record negativo. Quattro anni fa votò il 20% in più rispetto a domenica. Molti elettori giovani e residenti nelle città più grandi hanno disertato le urne, fattore che secondo gli analisti è servito ad aumentare le possibilità di vittoria dei nazionalisti.

Lidija Korac, membro della commissione elettorale di Bosnia, ha detto: "Ci aspettavamo una bassa affluenza alle urne. Gli elettori hanno voluto punire i partiti, sia quelli al potere che quelli all'opposizione, per non avere migliorato la qualità delle loro vite". Secondo Paddy Ashdown, rappresentante della comunità internazionale in Bosnia, l'importante ora è che "i politici tornino a lavorare e concentrino i loro sforzi sulle riforme necessarie, per dare a questo paese un futuro in Europa e nella Nato".

Non sono chiari i risvolti che potrà avere l'affermazione dei partiti nazionalisti: è stata la loro politica a ritardare l'ingresso della Bosnia nel programma di Partnerariato per la Pace della Nato (PfP), e sembra essere la causa del possibile rinvio dei colloqui per la stabilizzazione e adesione (Saa) previsti per il prossimo novembre, primo passo verso l'ingresso nella Ue.

L'Alleanza degli indipendentisti social democratici (Snsd) è stato l'unico partito dell'opposizione a migliorare, raddoppiando i precedenti risultati e ha ora la maggioranza in circa 20 comuni, governati dall'Sds negli ultimi 12 anni.

L'Unione democratica croata (Hdz) è stato il partito più votato nei 25 comuni in cui i croati sono in maggioranza. Il Partito musulmano di azione democratica (Sda) si è imposto nei principali 15 centri mussulmani, dove il Partito social democratico (Sdp) aveva vinto nel 2000. L'Sdp ha vinto solo in 10 comuni, la maggior parte di essi di tipo urbano e non rurale. (SF)

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM