Anno 2004

Cerca in PdD


Italfor Iraq, l'ambasciatore De Martino a Nassiriya

Pagine di Difesa, 7 ottobre 2004

"Agiamo in maniera coordinata per soddisfare sia le esigenze strutturali, a lungo termine del paese sia per venire incontro ai bisogni immediati, primari della popolazione. Continueremo a lavorare a stretto contatto per raggiungere i nostri obiettivi". L'ambasciatore d'Italia in Iraq, Gianludovico De Martino, ha delineato così, al termine del briefing ricevuto al comando dell'Italian Joint Task Force Iraq, le linee-guida dell'impegno italiano di ricostruzione nel paese mediorientale.

De Martino è giunto dalla capitale irachena insieme con il maggior generale Armando Novelli, vice comandante del corpo d'armata multinazionale con quartier generale a Baghdad e massimo rappresentante militare italiano in Iraq. Il diplomatico e il generale sono stati accolti dal brigadier generale Enzo Stefanini, comandante del contingente italiano basato sulla brigata aeromobile Friuli, e da Stefano De Leo, funzionario del ministero degli Esteri e consulente politico del contingente italiano. L'ambasciatore ha incontrato i rappresentanti tribali ed esponenti di partiti politici locali.

Il maggior generale Novelli ha colto l'occasione per congedarsi dal personale italiano, romeno e portoghese che compone la Task Force: a breve termine, infatti, rientrerà in Italia per fine mandato. "Vi saluto con grande affetto - ha esordito Novelli - certo che l'Italia ha affidato veramente in buone mani la sua immagine qui. La Brigata è un'espressione altissima della professionalità italiana, con i romeni e i portoghesi perfettamente integrati, come il personale della Cooperazione. Credo che debba essere per voi un onore essere qui a rappresentare l'Italia e per realizzare un progetto di ricostruzione importante, che non riguarda solo le strutture ma anche la società e le sue istituzioni".

Da parte sua il brigadier generale Stefanini nel ringraziare l'ambasciatore De Martino per la visita, "segno tangibile di come la Patria e il governo ci siano vicini", ha sottolineato come la Joint Task Force presente a Nassiriya, anche con la cooperazione tra la componente militare e quella degli esperti civili, "costituisca una sintesi estremamente operativa e capace di quello che viene definito Sistema Italia".

Fonte: Italfor Iraq, Nassiriya

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM