Anno 2004

Cerca in PdD


Italfor Iraq, Cassiopea lascia il cielo a Pavone

Pagine di Difesa, 27 ottobre 2004

Passaggio di consegne, questa sera all'aeroporto di Tallil, alla guida del gruppo elicotteri dell'aviazione dell'Esercito che fa parte del 6░ Reparto operativo autonomo.

Il tenente colonnello pilota Luca Bertuzzi, comandante del 53░ gruppo Cassiopea del 7░ reggimento Vega di Rimini, ha passato il testimone al tenente colonnello pilota Marco Centritto, comandante del 48░ gruppo Pavone dello stesso reggimento appartenente alla brigata aeromobile Friuli.

La semplice cerimonia di avvicendamento Ŕ avvenuta sul piazzale del 6░ Roa, alla presenza del comandante, colonnello pilota Giuseppe Di Maio, di fronte ai reparti schierati dell'aviazione dell'Esercito e dell'Aeronautica militare che rappresentano la componente aerea dell'Italian Joint Task Force Iraq guidata dal brigadier generale Enzo Stefanini.

Lasciando il comando alla vigilia del suo rientro in Italia, dopo quattro mesi di servizio in Iraq, il tenente colonnello Luca Bertuzzi, 47 anni, di Copparo (Ferrara), ha sottolineato "l'importanza del lavoro svolto congiuntamente dalle due Forze armate sotto unico comando, con la consapevolezza di una missione che ha messo a dura prova la professionalitÓ dei militari impiegati".

"Un'esperienza entusiasmante - ha detto Bertuzzi - abbiamo volato per circa 600 ore in missioni operative condotte con parametri di volo impegnativi e condizioni ambientali al limite operativo delle macchine e degli equipaggi, trasportando circa 3.000 uomini con i nostri CH 47 e AB 412".

Il colonnello Di Maio ha sottolineato l'importanza dello spirito interforze e come l'abilitÓ e la capacitÓ degli italiani stiano contribuendo a risolvere i problemi nella provincia di Dhi Qar. "Non sono mai mancati - ha detto Di Maio - la volontÓ e lo sforzo congiunto per raggiungere gli obiettivi comuni della missione, che Ŕ stata condotta con senso del dovere, dedizione e alta professionalitÓ. Ci˛ ha consentito di raggiungere negli ultimi mesi risultati straordinari".

Dal luglio del 2003 i reparti del 6░ Roa hanno totalizzato oltre 3.600 ore di volo in missioni diurne e notturne di supporto alle forze di terra, di scorta ai convogli, di evacuazione medica e trasporto feriti, di ricognizione per il controllo dei siti archeologici, delle linee elettriche e degli oleodotti al fine di prevenire atti di sabotaggio o di contrabbando di materiale.

Fonte: Italfor Iraq, Nassiriya

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM