Anno 2004

Cerca in PdD


Nucleare, pressioni Onu su Iran e Nord Corea

Pagine di Difesa, 2 novembre 2004

Il direttore generale della Agenzia internazionale per l'energia atomica (Iaea, International Atomic Energy Agency), Mohamed ElBaradei, nel suo discorso annuale alla Assemblea generale dell'Onu, ha fatto pressioni sulla Corea del Nord affinché dimostri maggiore trasparenza nel suo programma nucleare e ha invitato l'Iran a sospendere il programma di arricchimento dell'uranio.

"La Corea del Nord - ha detto ElBaradei - continua a porre una seria minaccia al regime di non proliferazione nucleare". Secondo fonti ufficiali statunitensi, Pyongyang possiede di una o due armi nucleari e dispone di materiale in grado di produrne altre sei. L'ultima crisi sulla questione nucleare nordcoreana emerse nel 2002 quando fonti ufficiali Usa affermarono che la Corea del Nord aveva ammesso di perseguire un programma segreto di arricchimento dell'uranio, ora negato.

Per quanto riguarda l'Iran, ElBaradei ha affermato che sono stati fatti dei progressi, ma Teheran deve sospendere i processi di arricchimento dell'uranio e allineare il suo atteggiamento con quello delle "confidence-building measure". "Ho continuato a sottolineare che l'Iran, alla luce delle preoccupazioni internazionali, deve fare di tutto per favorire un clima di fiducia" ha detto ElBaradei.

Il vice ambasciatore iraniano alle Nazioni Unite, Mehdi Danesh-Yazdi, ha replicato che il programma di Teheran è quello di produrre materiale per l'alimentazione di reattori nucleari destinati alla produzione di elettricità. Una fonte iraniana ha detto che l'Iran potrebbe congelare il proprio programma per sei mesi.

Fonte: Reuters

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM