Anno 2004

Cerca in PdD


Friuli in Iraq, i maggiori eventi della missione

Pagine di Difesa, 27 dicembre 2004

5 settembre - La brigata Friuli assume il comando dell'Italian Joint Task Force-Iraq
Il 5 settembre a Camp Mittica, alla presenza del maggior generale Wladimiro Alexitch, comandante del contingente nazionale, ha luogo l'atto formale del Toa (Transfer of Authority) con il quale il brigadier generale Corrado Dalzini, comandante della brigata di cavalleria Pozzuolo del Friuli, passa le consegne al brigadier generale Enzo Stefanini, comandante della brigata aeromobile Friuli, che assume il comando del contingente italiano a Nassiriya dal 6 settembre.

7 settembre - Attaccati i militari italiani sullo strategic bridge
Alle 21:00 circa a 6 km a nord ovest di Nassiriya nei pressi dello Stategic Bridge, sulla statale Tampa, i militari italiani del 66░ reggimento aeromobile a presidio del check-point sono attaccati con colpi di armi automatiche e rispondono al fuoco in modo proporzionale. Si dirigono in zona anche un AB-412 dell'Aviazione dell'Esercito e un HH-3F dell'Aeronautica militare. Da una prima valutazione si ritiene che l'attacco sia stato portato per sondare le difese e la capacitÓ di reazione del nuovo contingente. Nessun militare rimane ferito.

14 settembre - Torna a casa la bambina irachena ustionata curata in Italia per 5 mesi
Riabbraccia la famiglia, dopo cinque mesi e mezzo di cure all'ospedale di Sassari, Ashwaq Ghalib Murad, 14 anni, la bambina irachena rimasta ustionata nell'esplosione di un ordigno ad Ash Shatrah, una cittadina a nord di Nassiriya. Soccorsa dai militari italiani della brigata Sassari, era stata portata in Italia dal tenente Mirko Mosino, che l'aveva adottata per garantirle le cure specialistiche necessarie per le gravi ustioni che coprivano il 70% del corpo.

19 settembre - Visita del capo di stato maggiore della Difesa
L'ammiraglio Giampaolo Di Paola, capo di stato maggiore della Difesa, giunge in Iraq accompagnato dal tenente generale Filiberto Cecchi, comandante operativo interforze. E' ricevuto alla base aerea di Tallil dal maggir generale Armando Novelli e dal brigadier generale Enzo Stefanini, comandante della brigata aeromobile Friuli. Dopo un briefing, l'ammiraglio Di Paola effettua una ricognizione in elicottero della provincia, atterrando nei pressi dello Strategic Bridge. Dopo il trasferimento in volo fino alla base di White Horse, prosegue con una pattuglia per Nassiryia.

2 ottobre - Attaccati militari italiani a Suq Ash Shuyukh
Alle ore 09:10 locali alla periferia nord-ovest di Suq ash Shuyukh una pattuglia della Task Force Desert Five, composta da militari del reggimento San Marco, viene fatta segno di una azione di fuoco con due razzi RPG 7 e diversi colpi di armi automatiche. La pattuglia reagisce all'azione di fuoco ed effettua lo sganciamento per raggiungere il rimanente dispositivo di sicurezza. Nessun militare rimane ferito.

8 ottobre - Feriti due militari italiani per fuoco amico
Alle ore 04:10 a 6 chilometri a sud di Camp Mittica una pattuglia della Task Force Desert Five, appartenente alla brigata aeromobile Friuli, viene fatta segno da colpi di arma da fuoco esplosi da un blindato rumeno che causa il ferimento di due militari italiani.

8 ottobre - Esplosione a Nassiryia
Alle ore 09.30, a 6 km a ovest di Camp Mittica, il personale di una autocolonna di quattro veicoli protetti della Task Force Msu, appartenente alla brigata aeromobile Friuli, mentre attraversa un passaggio a livello avverte una forte esplosione. Una pattuglia della polizia locale viene distaccata per effettuare un sopralluogo; la stessa verifica l'avvenuta esplosione di un ordigno improvvisato e rileva la presenza di un secondo dispositivo esplosivo. Un team Eod (Explosive Ordnance Disposal, Bonifica ordigni esplosivi) della Task Force Piave interviene sul posto per disattivare il manufatto esplosivo.

12 ottobre - Ordigno esplode davanti ospedale pediatrico e ferisce un portoghese
Alle ore 18.20, alla periferia sud di Nassiriya sulla Laurentina, davanti all'ospedale pediatrico, un ordigno esplode al passaggio di una pattuglia formata dalla Guardia nazionale repubblicana portoghese della Task Force Msu dei carabinieri, appartenente alla Joint Task Force-Iraq, e un mezzo della polizia irachena. Un militare portoghese rimane lievemente ferito.

8 novembre - attaccata pattuglia e disinnescata autobomba a Nassiriya
Alle ore 19:00 locali a Nassiryia una pattuglia di tre mezzi Vm della Task Force Desert Five e composta da militari della 3^ compagnia del 66░ reggimento, viene fatta segno di azione di fuoco con colpi di arma automatica provenienti da tergo mentre percorre il ponte Alfa sul fiume Eufrate. In precedenza, alle 18:30, tre chilometri a sud del ponte Charlie era stata effettuata la bonifica di un'auto bomba nella quale erano stati trovati ingenti quantitativi di esplosivo, dislocati sul sedile anteriore e nel baule posteriore.

12 novembre - Primo anniversario dell'attentato di Nassiriya
Il ministro della Difesa Antonio Martino partecipa alla cerimonia che si tiene a Camp Mittica in onore dei militari e civili italiani e iracheni morti durante l'attentato alla base Maestrale in occasione del primo anniversario della strage. Nell'attentato persero la vita 19 connazionali e 9 civili iracheni, tra cui alcuni bambini.

13 novembre - Il primo ministro iracheno Allawi in visita al contingente italiano
Il giorno dopo il primo anniversario dell'attentato a Nassiriya giunge a Camp Mittica in visita al contingente italiano il primo ministro iracheno, Iyad Allawi. "Oggi sono qui per ringraziare l'Italia per aver mandato i suoi soldati ad aiutare il popolo iracheno - dice Allawi in un suo intervento - non dimenticheremo mai il sangue versato dagli italiani che hanno perso la vita per rafforzare la pace nel mondo e per contribuire alla ricostruzione di un Iraq libero e democratico".

28 novembre - Il capo di Sme inaugura la nuova strada di Echo Italia
Il capo di stato maggiore dell'Esercito, tenente generale Giulio Fraticelli, in visita al contingente, inaugura la nuova strada all'ingresso della base di Camp Mittica. Duemilaseicento metri di asfalto realizzati in tempi record - considerando le difficili condizioni climatiche - dai genieri della Task Force Piave, inquadrata nella brigata aeromobile Friuli.

4 dicembre - Bambina irachena di due anni in Italia per un intervento chirurgico
Grazie all'impegno del contingente italiano a Nassiriya, Gofaran Raad Abas Al Musawi, una bambina irachena di due anni e mezzo affetta da una grave malattia, parte alle 11:00 del 4 dicembre per l'Italia insieme con i genitori dove sarÓ sottoposta a un delicato intervento chirurgico.

13 dicembre - La base di White Horse passa alla Guardia nazionale irachena
Alle 15.00 del 13 dicembre la bandiera italiana, accompagnata da tre squilli di tromba, viene ammainata per l'ultima volta nella base di White Horse e viene issata la bandiera irachena. Durante una sobria cerimonia il comandante della task force Desert Five, colonnello Carlo Fortino, consegna al comandante del 604░ battaglione dell'Iraqi National Guard (Ing), tenente colonnello Amer Hamid Hedad, la base che ha ospitato i reggimenti italiani in Iraq dal luglio del 2003.

Fonte: Brigata aeromobile Friuli, Bologna

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM