Anno 2004

Cerca in PdD


Friuli in Iraq, i sequestri di armi e munizioni

Pagine di Difesa, 27 dicembre 2004

15 settembre - In una zona a nord di Nassiriya, intervengono i genieri della task force Piave, coadiuvati da un nucleo dell'Eod (Explosive Ordinance Disposal) che individuano e sequestrano dieci missili controcarro AT-3 Sagger e tre missili antiaereo SA-7 Grail con un gripstock, il congegno di sparo, e tre batterie, tutti di fabbricazione ex sovietica, oltre a casse di munizioni.

28 settembre - I soldati della task force Desert Five, in servizio di pattuglia nelle vicinanze della base italiana di White Horse, rinvengono 109 granate di artiglieria ad alto esplosivo calibro 130 mm, 26 granate di artiglieria illuminanti calibro 130 mm e tre granate di artiglieria del tipo fumogeno, calibro 130 mm.

9 ottobre - Al termine della operazione Gathering Security, nelle mani dei soldati della task force Desert Five finiscono: un mortaio da 120 mm con 22 granate, 4 mortai da 83 mm con 129 granate, altri 4 da 60 mm con 100 granate, quattro lanciarazzi con cinque colpi e 160 spolette, 182 mine anticarro, 150 mine antiuomo e una navale. Tutto materiale apparentemente non in ottimo stato di conservazione ma ancora perfettamente funzionante, specie come esplosivo da riutilizzare per trappole e attentati. Il materiale č fatto brillare sul luogo del ritrovamento.

6 novembre - Nella vasta operazione continuativa denominata Iron Gate, gli uomini e le donne del contingente italiano supportano le unitā della Guardia nazionale irachena e della polizia locale, impiegate in una attivitā di ricerca e di controllo del territorio. Al termine della operazione i due task group impiegati hanno rinvenuto e sequetrato oltre 230 bombe da mortaio, 400 mine, 205 razzi, 1800 proiettili calibro 14,5, quattro lanciarazzi RPG, due kalashnikov, 40 bombe a mano, spolette e altro materiale bellico.

1 dicembre - 720 chili di esplosivo suddiviso in 36 sacchetti da 20 chili ciascuno, 550 bombe da mortaio di vario calibro, tra cui quattro bombe da 240 mm, 328 razzi Katyusha, 18 RGP, pistole, fucili, spolette e altro materiale bellico sono rinvenuti e sequestrati in una localitā a 60 km a nord di Nassiriya, nei pressi dell'abitato di Ad Dawwayah, in tre diversi depositi occasionali durante l'operazione Heritage.

11 dicembre - Oltre 500 razzi Katyusha e numerose mine antiuomo sono rinvenuti dopo una complessa attivitā informativa e investigativa, nella vasta operazione continuativa di ricerca, denominata Giano, volta a garantire il controllo e monitoraggio del territorio e il recupero del materiale bellico illegale.

Fonte: Brigata aeromobile Friuli, Bologna

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM