Anno 2004

Cerca in PdD


Russia, il lancio del missile balistico Topol-M

Pagine di Difesa, 28 dicembre 2004

Presso il poligono spaziale russo di Plesetsk nella regione di Arkhangelsk è stato effettuato con successo lo scorso 24 dicembre alle 12.39 ora di Mosca il lancio sperimentale di un missile balistico intercontinentale di quinta generazione Topol-M.

L'evento era stato preannunciato dalle agenzie di stampa il 21 dicembre, alla vigilia dell'analogo test condotto con il vettore Voyevoda (leggi: Russia, Natale con i missili). Mentre il Voyevoda è stato lanciato da una postazione fissa in silos, il Topol-M è partito da un lanciatore mobile; per il resto, le caratteristiche dei due missili sono analoghe.

Per quanto possano essere vicini al vero i dati resi pubblici, il Topol-M sarebbe lungo 22,7 metri, con un diametro di 1,95 metri, peso al lancio di 47,2 tonnellate e un carico utile pari a 1,2 tonnellate. La gittata sarebbe di oltre 10.000 chilometri, raggiunta grazie a tre motori e a una strumentazione di volo che controlla la traiettoria rendendone difficile l'intercettazione.

Al test hanno assistito il ministro della Difesa Sergei Ivanov e il ministro per lo sviluppo economico e per il commercio German Gref. Il comandante delle forze missilistiche strategiche colonnello generale Nikolai Solovtsov sovraintendeva al lancio, condotto nell'ambito di un programma congiunto con le forze spaziali.

Il ministro Ivanov ha dichiarato che "durante una riunione governativa il prossimo 30 dicembre verrà approvato un nuovo piano della Difesa per il 2005 che includerà l'acquisto dei nuovi missili Topol-M", senza tuttavia specificarne il numero.

Secondo Ria-Novosti sarebbero già in servizio quattro reggimenti armati ciascuno con un numero tra sei e dieci Topol-M basati su postazione fissa il cui ingresso in servizio sarebbe iniziato nel 1997. Il dato appare contraddittorio rispetto ad altre indicazioni e non è stato riportato da altre agenzie.

Ivanov ha dichiarato che la Russia intende mantenere il suo potenziale nucleare alla pari "non solo con gli Usa ma anche con altri Stati nucleari". Questa parità è data "non dal numero delle testate, ma dal potenziale tecnologico, cioè dalla capacità delle testate stesse di manovrare compiutamente a una gittata strategica e con grande precisione".

Parlando ancora dei programmi per il prossimo anno il ministro della Difesa ha annunciato anche l'inizio dei test di lancio del missile navale Bulava, compatibile per molti aspetti con il Topol-M. "Questo renderà più economica la costruzione delle componenti per il Bulava", ha aggiunto Ivanov.

La relativa dovizia di particolari - anche se talvolta contraddittori - rilasciati dalle agenzie ufficiali russe, le dichiarazioni di Ivanov e la presenza del ministro per lo sviluppo economico e per il commercio lasciano pochi dubbi sulle intenzioni della Russia riguardo al futuro delle sue forze strategiche e ai programmi dell'industria degli armamenti pesanti. (FA)

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM