Anno 2004

Cerca in PdD


Esercitazione navale al largo del Marocco

Saverio Zuccotti, 8 luglio 2004

Dall'11 al 16 luglio un articolato dispositivo aeronavale sarà impegnato in una importante esercitazione (Medshark/Majestic Eagle 2004) al largo delle coste marocchine. L'obiettivo è quello di verificare le capacità e i tempi di risposta di una forza multinazionale costituita per l'occasione da navi e aerei di dieci paesi: Francia, Germania, Italia, Marocco, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Turchia.

Il ruolo e la partecipazione degli USA saranno schiaccianti. La cornice operativa sarà costituita dalla Sesta Flotta, cui spetterà il comando dell'intera esercitazione. Le forze statunitensi schierate si articoleranno sulle portaerei Truman ed Enterprise, tre sottomarini, due incrociatori, un caccia, una nave comando, una nave appoggio sottomarini, un'unità veloce per il supporto al combattimento, due pattugliatori marittimi P-3 Orion e sette aerocisterne dell'USAF, per un totale di circa ventimila uomini coinvolti.

Significativi anche i contributi delle altre nazioni. Complessivamente schiereranno infatti due portaerei (l'italiana Garibaldi e la spagnola Principe de Asturias), un sommergibile (Portogallo), due caccia (uno francese e il nostro Mimbelli), due fregate (Spagna e Turchia), due unità da pattugliamento (Spagna) un P-3 Orion e cinque F-16 portoghesi. L'impegnoo spagnolo sarà invece completato da quindici aerei dell'aviazione, dalla condivisione delle basi aeree di Moron e di Gando (Canarie) e dal supporto logistico a favore della flotta alleata.

Altri pacchetti di forze saranno rappresentati dalla Stanavforlant (una fregata ciascuno da Germania, Paesi Bassi e Portogallo) assieme a un aereo Awacs della flotta NATO, mentre la simultanea attività nell'Atlantico di una portaerei britannica dimostrerà la capacità di coordinare le operazioni anche sulle lunghe distanze.

Come suggerisce il doppio nome assegnato all'evento, la chiave di lettura per questa esercitazione va oltre l'ambito mediterraneo e si focalizza sul complesso delle attività della US Navy. La Marina statunitense è infatti impegnata nel cosiddetto Fleet Response Plan, un progetto di riorganizzazione con il quale si intende arrivare a schierare fino a otto portaerei in casi di emergenza. Questa serie di operazioni rappresentano quindi l'evento culminante dell'attività Summer Pulse '04 della US Navy, che vede oggi impegnate sette portaerei in cinque distinti teatri.

Significativo che sia il Marocco a costituire lo scenario per questa esercitazione. Nel concreto, come nazione ospite parteciperà alle operazioni con due fregate e una ventina di velivoli e metterà a disposizione l'area addestrativa di Cap Draa, nel sud-ovest del paese. Dal punto di vista politico, ciò costituisce l'atto finale del percorso di avvicinamento del Marocco agli Stati Uniti. Come si ricorderà, infatti, non più tardi di un mese fa l'amministrazione Bush aveva designato proprio il Marocco "principale alleato non-Nato degli Stati Uniti". L'essersi impegnata a fondo nella lotta contro il terrorismo ha dunque permesso alla monarchia magrebina di fare un salto di qualità nei rapporti bilaterali con Washington, diventandone un partner di primissimo piano.

Dal punto di vista strettamente militare, è incoraggiante notare una volta di più come le Marine dell'Europa meridionale riescano ormai a mettere in campo dispositivi aeronavali di una certa complessità che - pur rimanendo distanti anni luce dalle capacità americane - sembrano garantire sufficiente autonomia operativa per operazioni di fascia medio-bassa. Italia e Spagna, in particolare, sembrano aver raggiunto in questo senso capacità ottimali specie se viste in un'ottica integrata. I programmi futuri delle due Marine da un lato, e la possibilità di rafforzamento in una cornice Euromarfor dall'altro, costituiscono ben più di una speranza per il futuro. D'altra parte, le esigenze e le attività operative di oggi possono fungere da catalizzatori nella costruzione del pilastro meridionale della difesa europea. Almeno sul mare.

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM