Biografie

Cerca in PdD


Biografia, generale Mauro Del Vecchio

Aggiornamento: maggio 2007

Il generale di corpo d’armata Mauro Del Vecchio é nato a Roma il 7 giugno 1946. Ha frequentato il 22° (147°) corso dell’Accademia militare di Modena dal 1965 al 1967 e ha completato il ciclo formativo presso la Scuola di applicazione di Torino nel 1970, anno in cui ha conseguito il grado di tenente nella specialità bersaglieri.

Nei gradi di tenente e di capitano, ha ricoperto incarichi di comandante di plotone e di compagnia presso l’8° reggimento bersaglieri, la brigata meccanizzata Garibaldi e l’Accademia militare. Con il grado di tenente colonnello, ha comandato il 1° battaglione bersaglieri La Marmora e, successivamente, con quello di colonnello, il Distretto militare di Firenze.

Promosso generale di brigata, ha comandato (1997-99) la brigata bersaglieri Garibaldi prima brande unità costituita interamente da personale professionista. Successivamente (2000-03), con il grado di generale di divisione, ha ricoperto la carica di comandante della Scuola di applicazione e Istituto di studi militari dell’Esercito. Promosso al grado di generale di corpo d’armata, ha assunto, a partire dall’inizio del 2004, il comando del corpo d’armata di reazione rapida italiano per la Nato.

Come ufficiale di stato maggiore, il generale Del Vecchio ha ricoperto numerosi incarichi. In particolare, è stato ufficiale addetto presso l’ufficio addestramento del comando del 5° corpo d’armata (1981-84) e sia ufficiale addetto (1984-87) sia capo sezione (1988-92) dell’ufficio impiego del personale dello stato maggiore dell’Esercito. Inoltre, ha ricoperto, nello stesso stato maggiore, l’incarico di capo ufficio addestramento (1993-97) e quello di vice capo del reparto impiego del personale (2003-04).

Il generale Del Vecchio ha partecipato, con funzioni di comando, a numerose operazioni all’estero. Una prima volta in Bosnia-Erzegovina (marzo-ottobre 1997) come comandante della brigata multinazionale nord, nel settore comprendente le città di Sarajevo, Goradze e Pale. Ancora nel Teatro dei Balcani, ha comandato il contingente italiano impiegato in Macedonia nel soccorso umanitario ai profughi albanesi (marzo-giugno 1999).

Successivamente, in Kosovo è stato comandante della brigata multinazionale ovest, responsabile del settore comprendente le città di Pec, Dakovica, Decane e Klina (giugno-settembre 1999). Infine, dall’agosto 2005 al maggio 2006, ha comandato l’operazione International Security Assistance Force (Isaf) della Nato in Afghanistan.

Per l’operazione in Bosnia-Erzegovina e’ stato insignito dell’onorificenza di Grande ufficiale al merito della Repubblica Italiana, della medaglia di bronzo al valore dell’Esercito, dell’onorificenza di Commendatore al merito della Repubblica Francese e della medaglia al merito militare di 1ª classe portoghese. Per l’operazione in Kosovo, gli è stata conferita la decorazione di Cavaliere dell’ordine militare d’Italia e, dalla Spagna, l’onorificenza di Cavaliere legionario d’onore.

Per l’operazione Isaf è stato insignito della Nato Meritorious Medal e della Gran croce con distintivo bianco al merito militare spagnola. Inoltre, è in possesso, tra le altre, delle seguenti onorificenze: Medaglia mauriziana, Medaglia d’oro al merito di lungo comando, Croce d’oro con stelletta per anzianità di servizio, Medaglia commemorativa per le operazioni di soccorso in Friuli. Dal 26 novembre 2002 ricopre inoltre l’incarico di presidente del Consiglio dell’Ordine Militare d’Italia.

Il generale Del Vecchio è laureato in Scienze Strategiche ed è in possesso del master di secondo livello. Inoltre è abilitato al lancio con paracadute, ha frequentato il 60° Corso di perfezionamento in equitazione (1970), l’8° Corso di guerra psicologica (1981) e i Corsi di stato maggiore e superiore di stato maggiore (105°).

FAI CLICK SU QUESTO LINK ED ESPRIMI LE TUE IDEE NEL FORUM