Categoria: Coltelli Militari

Coltelli militari, utilizzo e caratteristiche

coltello da soccorso

I coltelli militari sono armi dalle caratteristiche tecniche particolari, che devono garantire un’alta qualità della lama e dei materiali, un’elevata resistenza all’uso ed eccellenti doti di ergonomia e maneggevolezza. Un coltello militare è sostanzialmente un’arma di difesa, da usare in caso di scontro corpo a corpo, esistono poi anche coltelli tattici, dalle diverse funzioni, impiegati anche come utensili o finalizzati alla sopravvivenza in situazioni estreme. Il coltello militare vero e proprio non può essere a serramanico, poiché, trattandosi di un’arma da combattimento, deve essere pronta all’uso in caso di emergenza, e dotata di lama fissa e stabile. Armi da taglio a serramanico possono essere inglobate nella categoria dei coltelli survival o da caccia, destinati più ad utilizzo sportivo che militare.

Scegliere un coltello militare

Un coltello militare di buona qualità deve avere peso e dimensioni proporzionate e non eccessive, in genere pari a una lunghezza media di 25 centimetri e un peso che non supera i 300 / 400 grammi. E’ importante che la lama, dalla punta al codolo (ovvero la parte finale, fissata all’interno del manico) sia forgiata in un unico pezzo di acciaio, e che il manico sia fissato con viti o perni metallici. Un coltello costruito in questo modo è estremamente resistente, robusto, e destinato a durare praticamente in eterno. Inoltre, il peso dell’acciaio equilibra l’intero coltello, che risulterà più facile da maneggiare e da utilizzare. Il manico di un coltello militare deve offrire ugualmente doti di resistenza ed ergonomia, deve essere stabile e non scivolare dalle mani, pur rimanendo maneggevole e pratico. Il materiale utilizzato per il manico solitamente è fibra di vetro, resina o altri composti sintetici. Gran parte dei coltelli tattici presentano, sulla base del manico, una piastra di acciaio da utilizzare come utensile.

La lama del coltello militare

Ovviamente, la lama è la parte più importante dei coltelli militari. Di solito è in acciaio inox o in leghe di acciaio con l’aggiunta di carbonio o altri metalli, e i migliori acciai sono di provenienza giapponese o tedesca. Per rendere le lame più resistenti, vengono sottoposte a trattamenti particolari: ad esempio la brunitura, che oltre a rendere l’acciaio di un elegante colore grigio scuro la rende protetta dai processi ossidativi, o il rivestimento con resina epossidica nera, che elimina il fastidioso problema del riflesso metallico. I coltelli militari dal costo più elevato montano lame sottoposte a trattamenti speciali, a base di titanio o tramite l’esposizione a basse temperature, che le rendono molto resistenti all’uso e in grado di mantenere il filo per lunghissimo tempo.

Il modello migliore

I coltelli militari di buona qualità hanno tutti caratteristiche eccellenti, e i coltelli tattici e da sopravvivenza si differenziano per pochi dettagli, in gran parte estetici. Considerando gli elementi basilare di quest’arma, ovvero la lunghezza totale e la lunghezza della lama, il peso, il materiale della lama e del manico, e ovviamente il costo, la scelta può essere di carattere puramente estetico. Naturalmente, anche il prezzo è determinante, poiché una lama di qualità eccellente, temprata e forgiata alla perfezione e montata in un manico ergonomico e dal giusto peso, non può comportare una spesa troppo economica.

Coltello da Soccorso

Coltello da Soccorso Il coltello da soccorso può essere un accessorio estremamente utile. Vengono infatti utilizzati dalle forze dell’ordine, dai pompieri e dai soccorritori in generale proprio per intervenire …