Categoria: Pistola a Salve

Pistole a salve, funzioni e normativa

Pistola a salve Bruni 92La pistola a salve in realtà non è un’arma, ma uno strumento che simula l’esplosione dello sparo, senza emettere alcun proiettile. Per produrre questo effetto, è necessario utilizzare un tipo speciale di cartuccia, creato specificamente per questo motivo, che non provoca alcun danno alle persone o alle cose. La denominazione di pistola “a salve” deriva al fatto che, in origine, questo tipo di munizioni veniva utilizzato per salutare, o per celebrare un evento gioioso. Oggi, la pistola a salve può essere utilizzata per allontanare un animale, per gioco, o per simulare uno sparo durante una rappresentazione teatrale.

Le norme legislative per le armi a salve

Non trattandosi di un’arma vera, la pistola a salve non richiede porto d’armi o altri permessi da parte delle autorità. Possono essere acquistate da chiunque, sia in negozio che online, poiché la legge considera armi da fuoco solo quelle sparano realmente un proiettile, o che possono essere modificate in modo da poter sparare. Le pistole a salve emettono unicamente il rumore dello sparo, e tecnicamente non possono essere trasformate in armi da fuoco. Inoltre, la legge impone che le imitazioni delle armi da fuoco abbiano la canna ostruita da un tappo rosso impossibile da rimuovere. Non è raro che il tappo rosso venga rimosso dai proprietari delle armi fittizie: questo non rende l’arma più pericolosa, ma la rende comunque non conforme alle norme legislative, sebbene rimuoverlo non sia perseguibile dalla legge.

L’utilizzo e la detenizione di una pistola a salve

Possedere una pistola a salve non è certo un reato, e non comporta alcun problema nei confronti della legge. Anche l’utilizzo di queste armi in luogo pubblico, possono causare, al massimo, il disturbo del riposo, ma non mettono in pericolo la vita e la salute delle persone. Tuttavia, è opportuno prestare attenzione, ed evitare di portare con sé una pistola giocattolo priva di tappo rosso, poiché potrebbe essere scambiata, a prima vista, per un’arma autentica, e provocare seri problemi. Infatti, simulare una rapina con un’arma finta, anche se si tratta di uno scherzo, può creare gravi conseguenze.

Pistole a salve da collezione

L’acquisto di una pistola a salve è tipico dei collezionisti e degli appassionati di armi da fuoco, che desiderano evitare i costi e gli obblighi di un porto d’armi o di un’autorizzazione alla detenzione di un’arma. Le riproduzioni, generalmente, sono molto fedeli, sia per quanto riguarda il meccanismo di caricamento, sia per la percussione, l’espulsione del bossolo e i dispositivi di sicurezza. Il peso, la conformazione, persino la sensazione al tatto è in tutto simile a quella trasmessa da un’arma autentica. Alcuni modelli di pistole a salve, difficili da reperire, sono prive di tappo, e producono la fiammata dalla canna, tanto che distinguerle da una vera pistola, per un profano è quesi impossibile. In questo caso, i proiettili sono effettivamente pieni di polvere da sparo, e provocano una reale detonazione, senza però sparare alcun proiettile: la parte a ogiva della pallottola è assente e, al momento dell’innesco, il proiettile si apre e lascia uscire la polvere, creando la tipica fiammata di una pistola.