Categoria: Registratore Vocale

Cosa è un registratore vocale

Registratore vocale Olympus VP 10Il registratore vocale è uno strumento di dimensioni molto ridotte, dotato di memoria interna e in grado di effettuare registrazioni audio di buona qualità. E’ un dispositivo molto usato dai giornalisti, ma può essere utile anche a chi desidera registrare una conferenza o una lezione universitaria, evitando di prendere appunti e di perdere gran parte delle informazioni. I registratori vocali professionali sono piccoli, leggerissimi e molto semplici da utilizzare. Attualmente, oltre ai dispositivi dedicati a svolgere questa funzione, sono disponibili applicazioni per smartphone, tablet e pc che permettono di effettuare rapidamente una registrazione audio, anche se la qualità del suono non è certo la migliore. Se l’esigenza è quella di registrare spesso lezioni e conferenze stampa, è consigliabile acquistare uno strumento dedicato unicamente a questa funzione.

Qual è il registratore vocale ideale

La scelta di un registratore vocale dipende soprattutto dalle caratteristiche, dalle funzionalità e dalle esigenze personali. Alcuni modelli sono compatibili con i software di trascrizione vocale, e consentono di automatizzare totalmente il lavoro: si tratta di un vantaggio notevole, soprattutto per chi segue lezioni molto lunghe o deve assistere spesso a incontri stampa, convegni e conferenze. Altri elementi di cui tenere conto nella scelta di un registratore vocale sono le dimensioni e il peso, che comunque nella maggior parte dei casi sono ridotti al minimo, e la possibilità di integrare la memoria interna con una scheda. La qualità della traccia audio di solito è piuttosto buona per tutti i modelli, ovviamente se le esigenze sono particolari (ad esempio la registrazione di un concerto o di un’audizione), sarà necessario dotarsi di un apparecchio più sofisticato e preciso.

Microfono e formato dei file

Il microfono di un registratore vocale è incorporato, i modelli professionali permettono di montare un microfono esterno: la scelta dipende dall’uso a cui il registratore è destinato. Un dispositivo di buona qualità permette inoltre di salvare le registrazioni non solo in mp3 ma anche in wav. Ascoltando i due formati il risultato è identico, tuttavia il wav è un formato non compresso (a differenza dell’mp3), che consente di effettuare alcune lievi modifiche, ottenendo comunque un mp3 di eccellente qualità. Dal formato dipende anche la memoria: se si intende registrare in wav, è necessario disporre di una memoria molto più ampia di quanto sia richiesto dai files in formato mp3.

Microregistratori utilizzati per motivi di sicurezza

In alcune situazioni può essere necessario monitorare l’ambiente con un dispositivo adatto alla registrazione audio, e i registratori vocali possono costituire un’eccellente soluzione. Le dimensioni e il peso limitati, l’estetica che permette una facile mimetizzazione, la buona qualità delle registrazioni e l’autonomia delle batterie consentono di ottenere eccellenti risultati anche da chi ha esigenze di sicurezza personale. In questo caso, spesso si preferisce registrare in formato mp3, che permette una maggiore autonomia, considerando l’ingombro ridotto dei files, anche perché raramente questo tipo di registrazioni necessitano di essere editate.

Applicazioni su dispositivi mobili

L’alternativa al registratore vocale è quella di installare un’applicazione su smartphone o tablet, e avvalersi di questa per registrare tracce audio. Si tratta di una soluzione utilizzabile nel caso di una situazione imprevista, ma che ovviamente non garantisce una buona qualità dei risultati.