Bagni chimici: cosa sono, perché usarli e quanto costa il noleggio

0
35

Quando si passeggia per la città, è facile buttare l’occhio ai diversi cantieri di lavori dove gli addetti contribuiscono alla riparazione delle strade o alla costruzione di nuovi edifici. A volte invece notiamo aree bloccate da transenne per via dell’allestimento di stand fieristici per lo svolgimento di manifestazioni all’aperto e il cui accesso è consentito al pubblico.

In questi casi, certamente sia addetti ai lavori che visitatori, date le lunghe ore di permanenza sul posto, avranno bisogno del ricorso a servizi igienici. Ma come fare quando la temporaneità dell’allestimento non permette il posizionamento di una struttura collegata adeguatamente a una rete fognaria e idrica locale?

Allo scopo vengono in aiuto i bagni chimici. Scopriamo che cosa sono esattamente queste strutture, perché vengono adoperate e che cosa c’è da sapere sul noleggio bagni chimici prezzi.

I requisiti minimi da rispettare

I bagni chimici sono strutture temporanee e removibili che sostituiscono i servizi igienici in contesti in cui l’assenza dei collegamenti alla rete fognaria non permette la realizzazione di un reale locale bagno. Questo può accadere quando si allestiscono cantieri di lavoro o manifestazioni fieristiche con locazione all’aperto.

I bagni chimici sono realizzati nel rispetto di requisiti minimi delle loro caratteristiche basilari. Hanno dimensioni con altezza minima di due metri e spazio interno oltre il metro quadrato, con porta apribile sia dall’esterno che dall’interno con sblocco di emergenza della serratura. All’interno vi è un sistema di ventilazione, un water con asse, un gancio per appendere gli abiti, un lavandino, uno specchio, un porta carta igienica e un porta sapone, un sapone liquido igienizzante che consente l’adeguato lavaggio delle mani dopo l’utilizzo dei servizi.

Il serbatoio dei reflui è fuori dalla struttura, che funziona tramite l’utilizzo di agenti chimici come l’idrossido di sodio e la formaldeide. L’idrossido ha azione caustica, la formaldeide viene usata come disinfettante. Seguono trattamenti con sostanze profumate per evitare la propagazione di cattivi odori.

Cosa dice le legge in merito

Perché installare i bagni chimici in aree all’aperto? Perché lo prevede la legge sia per quanto riguarda i cantieri di lavoro, per cui il datore è obbligato a fornire adeguati servizi igienici ai dipendenti, sia per quando si allestiscono eventi e fiere, per cui è nuovamente obbligo assicurare sia ai lavoratori che ai visitatori la possibilità di ricorrere ai servizi igienici. In caso di assenza di bagni chimici in questi contesti, si contravviene agli obblighi di legge e si rischiano gravi penali.

Il costo del noleggio

E’ bene quindi, se si dirigono cantieri o se ci si occupa dell’organizzazione di allestimenti fieristici o per eventi, informarsi a riguardo dell’installazione di bagni chimici, anche per sapere in quale numero, variabile che, ad esempio per le fiere, dipende dalla portata dell’evento. Possiamo dire che è possibile noleggiare bagni chimici e che, in linea generale, il prezzo si aggira intorno a 80 euro; cifra variabile in considerazione del luogo presso cui la struttura dovrà essere installata e del numero di giorni per cui dovrà permanere.

CONDIVIDI
Articolo precedenteA2A è un fornitore affidabile?