Derattizzazione, una disinfestazione da fare in modo continuativo

0
85

Non pensiate che i topi siano un problema di chi vive in campagna. In realtà, i topi sono numerossisimi anche nelle città, sebbene siano molto abili nel nor farsi vedere. Popolano gli spazi più nascosti del condomini, dalle cantine ai solai, dai garage ai locali caldaia.

Sorprenderli non è così semplice: i loro sensi sono molto più sviluppati di quelli umani e sanno mettersi al riparo appena avvertono avvicinarsi una qualsiasi forma di pericolo.

La loro presenza, quindi, si individua da altri indizi. Il primo fra questi è il residuo di escrementi; data la loro dimensione, è più facile identificarli, rispetto a quanto avviene per esempio con gli scarafaggi. Oppure possono rimanere segni di denti su qualche filo della corrente, o graffi e impronte sui muri. Tutti segnali che, all’occhio esperto di un disinfestatore, non possono sfuggire.

Le trappole per topi

E’ il più classico dei metodi: la trappola per topi. Ce ne sono di diverso tipo: le classiche sono scatolette con un’esca, solitamente del cibo. Altre invece funzionano a ultrasuoni o con l’elettricità.

Posizionare esche nei punti strategici del condominio o delle case indipendenti è una buona norma: cortili, cantine, locali spazzatura. Ma non è detto che sia un lavoro semplice da gestire da soli. Eliminano il topo, questo sì, ma chi si occupa della carcassa?

La scelta ideale è affidare la gestione della ordinaria derattizzazione a una ditta specializzata. Valutate i servizi offerti su www.disinfestazioni-roma.cloud, per prenotare un sopralluogo e concordare un servizio continuativo, in modo da risolvere il vostro problema alla fonte.

Evitare sostanze velenose

Un tempo era abbastanza diffusa l’abitudine di spargere veleno per topi ai bordi dei muri che si volevano liberare dai ratti. Questa però non è una buona soluzione, perché troppo rischiosa per gli animali domestici, e anche per l’uomo. Cani e gatti potrebbero ingerire il veleno, che è dannoso anche per loro.

Inoltre, se inavvertitamente camminate sul veleno, potreste portarla in casa attaccato sotto la suola delle scarpe.

Se proprio valutate di dover ricorrere a questa sostanza, fatelo solo per ambienti, chiusi, come le cantine, e pulite la superficie prima di entrarvi.